India del nord: informazioni pratiche

In attesa di ultimare il diario di viaggio di questa meravigliosa avventura qui di seguito trovate qualche informazione per organizzare al meglio un viaggio fai da te in India. Il viaggio è stato dal 19 gennaio al 2 febbraio. Un soggiorno a Delhi ospite di mia cugina che risiede lì e poi tour zaino in spalla passando per le città di Agra, Jaipur, Pushkar e Jodhpur

Guide utilizzate: Rajasthan Delhi e Agra (Lonely Planet); India il Nord (ed. Dumont)

Voli: Emirates Andata.Bologna-Dubai 5 h 50′; Dubai-Delhi 3 h Ritorno Delhi-Dubai 3 h 55′ Dubai-Bologna 6 h 40′ Costo 540 euro. Volo interno Jodhpur->delhi con Jet Airways a 100 euro

Assicurazione sanitaria stipulata on-line con Europe Assistance a 100 euro con massimale per spese mediche fino a 500.000 euro

Il visto turistico si può fare on-line (da aprile 2017 all’indirizzo https://indianvisaonline.gov.in/evisa/tvoa.html ) senza dover inviare il passaporto al consolato indiano a Milano o all’ambasciata indiana a Roma. La procedura è abbastanza semplice e rapida: bisogna rispondere a qualche domanda e compilare il modulo con tutti i dati personali allegando copia scannerizzata di una fototessera e del passaporto e pagando on-line con carta di credito (circa 40 euro). In poco tempo si riceverà una mail di approvazione del visto da stampare e portare con se insieme al modulo e-Visa perchè vi verranno richiesti sia alla partenza dall’Italia sia all’arrivo in India

Per gli alberghi ho prenotato dall’Italia tramite la piattaforma Booking.com. La differenza fra singola e doppia purtroppo in India non esiste e quindi chi viaggia in solitaria non godrà di agevolazioni rispetto alla prenotazione di una camera doppia

Per quanto riguarda i trasporti ho utilizzato autisti privati per i lunghi spostamenti da una tappa all’altra. Li prenotavo direttamente in loco il giorno del mio arrivo per il giorno seguente tramite l’hotel in cui alloggiavo. Per girare all’interno delle città mi sono mosso molto a piedi e con i tipici tuk-tuk (si chiamano auto rickshaw)

Capitolo vaccinazioni: a mio avviso ritengo indispensabili quelle per epatite A e tifo. La vaccinazione per epatite A (Havrix)  al momento attuale risulta abbastanza difficile da reperire in Italia, io sono riuscito a farla grazie all’ambulatorio di medicina dei viaggi del San Raffaele di Milano (http://www.hsr.it/press-releases/san-raffaele-medicina-dei-viaggi-e-vaccinazioni-internazionali/). Consiglio anche la vaccinazione anti-colerica (Dukoral) non tanto per il rischio abbastanza remoto di contrarre il colera ma perché sembra risultare abbastanza efficace nella prevenzione parziale della diarrea del viaggiatore. Chiaramente si raccomandano le solite attenzioni alimentari (bevande solo da bottiglie sigillate, niente ghiaccio niente street-food e consumare solo frutta sbucciabile e carne e pesce ben cotti) Per quanto riguarda la profilassi antimalarica si consiglia solo quella comportamentale: Delhi e il Rajasthan sono zona a rischio 1 su 3 quindi ho portato con me solo repellenti (Jungle) senza assumere farmaci (Malarone). E comunque nel periodo della mia visita non ho incontrato nemmeno una zanzara date le temperature fresche della sera

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...